Anno 1993 -quarant’anni della Jeraghese (ricordo dell’amico Valentino Paoletti, che penso fosse l’autore di questa poesia) € I nostar prim Quarant’an  –  I Primi quaranta anni della U.S.JERAGHESE

In di prim an dul cinquanta      Nei primi anni cinquanta

voia da fa l’era tanta                   molta era la voglia di fare

vegn a Jerog ul don Luison       a Jerago arriva don Luigi

che pal sport al ga’ pasion         appassionato anche di sport

Ved subit a necesita’                   Vede subito la necessita’

ca bisugnava das da fa’,             che bisognava  impegnarsi

supratut, al pensava Lu             Innanzitutto, riteneva

un queiscos par a giuventu       far qualcosa per i giovani

Paso’ un an, sto Pred ciclon       Dopo un anno questo Prete ciclone,

al fa na scuodra da balon           organizza una squadra di calcio

cunt pasion e un pu da gent      con passione e un po’ di gente

a nas un certu muviment,          nasce un po’di movimento.

In tut d’acord, gran vuluntà,    Tutti d’accordo, grande volontà,

tran insema na sucietà,              costituiscono una Società,

cinquantatri’, utubar mes,        1953 nel mese di ottobre,

a nas insci la Jeraghes:               cosi’ nasce la Jeraghese:

Ul Sciur Curod, l’e’ Asistent,      Il Sig.Parroco e’ l’Assistente

el Brison, fa ul President           Brissoni Fa il presidente,

a sa studia la manera                 si studia il modo

d’inventa’ na scuodra vera        di fare una vera squadra.

Segretari ul Masimon                Segretari Massimo Scaltritti

un Vesuvi in eruzion                  un Vesuvio in eruzione

rigurdevas, cara gent                ma ricordatevi, gente,

ca ghe da fag un monument.   merita un monumento.

Alenadur l’era Vanett                Allenatore Vanetti

ul talian miscio’al dialet           dall’italiano frammisto al dialetto

dispunibil a tut i ur                    sempre disponibile

anca cume masagiadur             anche come massaggiatore.

Ul Giuan el Marcel Paulett       Il Giovanni e il Marcello Paoletti

Ca tut du gavean un difett       entrambi con un difetto

invece du l’arte dul ciciara’    invece dell’arte delle chiacchere

cugnusevan quela dul laura,   conoscevano l’arte del lavoro.

Par cumpleta’ ul diretiv            Per completare l’organico

un para anmo’ da tipi ativ.       ancora un paio di persone attive.

Cunt ul Cacia ed ul Righet        Con Caccia e Righetti

Ul cerc al vegniva perfett.        il cerchio quadrava.

Ai ricordum parche’ in lur       Li ricordiamo perche loro

de la Spurtiva i fundadur         i fondatori della Sportiva

grazie a lur al va ul tram         e’ grazie a loro se tutto va

senza dismet da quarantan.    senza fermarsi da quarantanni.

Na quei stagion da transizion  Dopo qualche stagione di transizione

sa va in prima Division.            si va in prima divisione.

Ma ul prublema l’e’ restog       Ma il problema e’ rimanerci

I temp cambian anc’a Jerog      Anche a Jerago cambiano i tempi.

Restum su’, set o vot an:           Vi restiamo sette od otto anni:

Sforzi enormi’ quanti afan       Sforzi enormi, quanti affanni,

€Anca se cunt ul Zafaron            Anche se con Zaffaroni

riscium d’anda’ in Prumuzion.   quasi arriviamo in Promozione.   

Turna’ in su l’e’ trop par nun,    Troppo difficile risalire,

ca tra’ feu ghei, ge pu nisun       non ci sono piu’ sponsors

duaria vegn un Berlusca,           Ci vorrebbe un Berlusconi,

Tanta grana, poca crusca          tanti soldi poche ciance

Par pude’ veg n’ambizion         Per poter soddisfare l’ambizione

ga voeur na paca da milion.     ci voglono molti soldi.

ma i dane’stan in dul co           ma i soldi stanno nei sogni

alura fen quel ca sa po            allora facciamo quello che si puo’

A conclud sta tiritera               A coclusione della poesia

Disum su na roba vera            Roccontiamo una verità

Sa po fa migliur ul duman      si puo’ fare meglio domani

se tut a daran una man            se tutti daranno un aiuto

Sa racumandun al Cumun       Ci raccomandiamo al Comune

da rigurdas anca da nun          di ricordarsi anche di noi

insci’ da dam la facultà             cosi da avere la possibilità

da veg un camp due giuga’        di un campo dove giocare.

Se a fal  neuv ga vor miliord,   se per quello nuovo ci vogliono miliardi

cunt sta rela urmai l’e’ tord,     e con questa crisi e’ ormai tardi

almen, quell, vurarium drua’     vorremmo almeno usare quello

che da sempar l’e’nostra ca’       che ‘e sempre stato casa nostra

Urmai em di tut, serum chi        Ci siamo detti tutto

sa vedum al domilaetri               Ci rivediamo nel duemila e tre

Festegierem cun poc pretes      festeggieremo con poche pretese

cinquantan da la Jeraghes        Cinquantanni della jeraghese

 

49398592_369743437168933_8067899330264039424_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...